PrestaShop vs Shopify, cosa scegliere per vendere online? - La mia ditta online

PrestaShop vs Shopify, cosa scegliere per vendere online?

Nel panorama delle soluzioni e-commerce disponibili sul mercato la scelta più difficile è tra le soluzioni SaaS quali Shopify o l’appena approdato sul mercato italiano Vtex e soluzioni self hosted quali PrestaShop, Magento e WooCommerce. Nell’articolo vedremo nel dettaglio il raffronto tra Shopify e PrestaShop.

Partiamo dal presupposto che sono tutte soluzioni valide, sia che apriate un e-commerce utilizzando una soluzione SaaS quale Shopify o Vtex o una soluzione dedicata come PrestaShop o Magento, potrete iniziare in breve tempo a vendere online. La vera differenza è nelle possibilità future di crescita e nella libertà di adattare la soluzione alle proprie esigenze.

Essere ospiti in casa d’altri

Shopify è una soluzione e-commerce SaaS, nata in Canada nel 2004, in base ai dati forniti dalla multinazionale il servizio è utilizzato da circa un milione di utenti e genera un traffico d’affari che supera il miliardo di dollari. Il punto di forza del servizio è la semplicità d’utilizzo e la possibilità di iniziare a vendere online senza nessun tipo di competenza, questo è sia un bene che un male. Il successo di un e-commerce è solo in minima parte da attribuire alla piattaforma software. Shopify ha un costo che parte da 29$ al mese a salire fino ai 2000 $ di Shopify Plus.

Essere liberi

PretaShop è una soluzione e-commerce open source, utilizzata da più di 300 mila negozi online. La piattaforma è gratuita, ma necessita di essere installata su un proprio servizio hosting o server. Non ha particolari esigenze come nel caso di Magento quindi un piccolo e-commerce può essere creato con PrestaShop utilizzando servizi hosting con un costo contenuto, parliamo di circa 50 euro / anno.

Vediamo le principali differenze tra PrestaShop e Shopify

CARATTERISTICAPRESTASHOPSHOPIFY
HostingPrestaShop richiede di scaricare il pacchetto di installazione e installarlo sul proprio servizio di hosting, nulla di complesso, si trovano molte guide online su come installare e configurare un e-commerce in PrestaShop e le richieste hosting non sono esagerate, già con un investimento di 50 euro/anno possiamo iniziare a vendere online. Ovviamente sconsiglio di risparmiare quando in gioco c’è il vostro business.Shopify è una soluzione SaaS, ovvero il vostro e-commerce sarà totalmente ospitato e gestito dalla multinazionale. Vi basterà sottoscrivere un servizio e accedere con le vostre credenziali. Parliamo dunque di un costo di circa 320 euro / anno, per la soluzione base.
Numero di addetti (Staff)Nessun limite, potete creare e gestire quanti dipendenti volete, ognuno con il suo livello di accesso, dalla gestione completa di ogni aspetto alla sola gestione degli ordini o del magazzino.Dipende dall’abbonamento selezionato. Si parte da un massimo di due addetti con Basic Shopify a 29 euro /mese a 15 dipendenti con la versione Advanced Shopify che però costa 299 dollari / mese.
Controllo e libertàTotale, la piattaforma è in mano tua, è open source quindi potrai modificare il codice sorgente e adattare la soluzione alle tue esigenze.Limitata, sei in casa altrui, se pur completo di funzioni, queste sono vincolate alle decisioni della multinazionale.
PersonalizzazioneTotale, puoi installare moduli di terze parti o sviluppare o farti sviluppare addons specifici per il tuo business. PrestaShop essendo open source ti garantisce di poter trovare supporto da parte di moltissimi developer sia freelance che webagency certificate. Per il Front-end, sono disponibili moltissimi template, dal completo e ottimo Warehouse a realizzazioni più semplici. Oltre alla possibilità di modificare o creare un template completamente personalizzato.Puoi modificare il front-end e l’aspetto grafico nei limiti della piattaforma, ma nulla di più, non hai accesso al codice sorgente e sarai vincolato a Shopify. Non potrai per esempio prendere il tuo e-commerce e installarlo su un hosting di tua proprietà. E anche sulle funzionalità disponibili sarai sempre vincolato agli umori della multinazionale.
Dimensione dell’e-commerceSe pur PrestaShop ha un proprio servizio di supporto, è possibile avvalersi del supporto da parte dei partner certificati, potete così trovare supporto da Web Agency certificate e freelance italiani e residenti spesso nella vostra stessa città.Shopify offre assistenza relativa al proprio servizio e piani dedicati.

Cosa scegliere per vendere online?

Shopify come il concorrente Vtex, sicuramente hanno i loro lati positivi, ma risentono dei limiti delle piattaforme SaaS (Software as a Service), ovvero la scarsa scalabilità e personalizzazione. Per molte attività non sarà un problema, ma da imprenditore non amo pormi dei limiti sui possibili sviluppi futuri, già ci pensa il fisco e la burocrazia italiana a farlo, non serve aggravarsi delle decisioni di una multinazionale. Non sono contrario alle piattaforme SaaS come al software proprietario, ma se ho a disposizione una soluzione libera analoga, preferirò sempre quest’ultima.

PrestaShop è open source e questo è già sinonimo di controllo e libertà. La garanzia di poter espandere il proprio business in qualsiasi direzione, di modificarne ogni aspetto, addirittura la libertà di creare e distribuire una tua versione derivata, come è avvenuto con Thirty bees.

Le soluzioni open souce come PrestaShop ti garantiscono di poterti affidare a Web Agency certificate e freelance di fiducia, garantendoti la libertà di cambiare servizi e consulenti come ti aggrada. Dietro la falsa semplicità dei servizi SaaS, vi è la perdita di controllo. In ogni caso oggi avviare un’attività di vendita online richiede un investimento di poco inferiore a un negozio fisico e soprattutto per avere successo ci si deve avvalere di professionisti competenti, da chi seguirà la contabilità a chi promuoverà il vostro e-commerce online. Il fai da te e fare impresa non vanno nel 2020 molto d’accordo.

La prima vera scelta per vendere online è rivolgersi a una Web Agency, come già spiegavo nell’articolo “Quali sono gli ecommerce di marchi famosi che usano Prestashop?” la piattaforma software è indifferente. L’e-commerce sicuramente deve essere sviluppato in modo professionale, rispondere a dei requisiti minimi, ma a fare la vera differenza è il catalogo, la gestione dei clienti e la capacità di far conoscere il proprio negozio. Non credo che nell’aprire un negozio fisico, il commerciante si occuperà anche di impianti elettrici o idraulici del suo punto vendita, ovviamente si affiderà ad aziende qualificate.

Assistenza per Prestashop:

Tecnoacquisti.com
Tecnoacquisti.com®
è un marchio registrato di
Arte e Informatica di Loris Modena e C. S.A.S.
Web Agency certificata PrestaShop

Facebook Comments