Blog sulla digitalizzazione dell’impresa italiana

Come scegliere il lampadario per il soggiorno

Quando si arreda il soggiorno, una delle scelte su cui aleggiano più dubbi è quella del lampadario. La zona living è uno degli ambienti più vissuti della casa, quello in cui si svolgono la maggior parte delle attività quotidiane. In quanto tale, è importante che sia illuminato nel modo corretto e che il lampadario si combini alla perfezione con il resto dell’arredamento. Il suggerimento è evitare acquisti avventati e, in fase di scelta, lasciarsi guidare dalla valutazione di una serie di fattori. Chi è alla ricerca di idee può affidarsi a Leroy Merlin e lasciarsi ispirare dalla vasta gamma di lampadari presenti in catalogo, distinti per stili e materiali.

Guida alla scelta: i fattori da considerare

Scegliere il lampadario più adatto per il soggiorno può rivelarsi particolarmente difficile, considerato che le soluzioni disponibili in commercio sono pressoché infinite. I lampadari, oltre a svolgere un importante ruolo funzionale, sono complementi d’arredo che hanno un grande potere decorativo e che contribuiscono a caratterizzare lo stile della stanza in cui vengono inseriti. Conferiscono carattere e personalità agli ambienti domestici e permettono di creare atmosfera.

Gli acquisti impulsivi sono da evitare. Passiamo in rassegna i criteri di valutazione più importanti e che possono fare la differenza sulla qualità del risultato finale.

Le caratteristiche del soggiorno: dimensioni

Il primo passo da compiere quando si sceglie il lampadario per il soggiorno è prestare molta attenzione alle caratteristiche della stanza. Il fattore da valutare corrisponde alle dimensioni dello spazio in cui il lampadario dovrà essere installato. Il soggiorno è di dimensioni piuttosto ridotte? Il lampadario dovrà essere piccolo. Se troppo ingombrante, infatti, rischia di diventare una fonte di disturbo e di ingombro sia a livello estetico che funzionale. Se, invece, il soggiorno è di dimensioni più generose, un lampadario grande è perfetto. In questo caso, infatti, un lampadario troppo piccolo farebbe fatica ad illuminare tutta la stanza e creerebbe antiestetici e scomodi angoli bui.

Una volta preso atto della dimensione della stanza, è possibile scegliere la grandezza del lampadario. Dal rapporto tra l’ampiezza del soggiorno e la grandezza del lampadario dipende la scelta del modello da acquistare. Quest’ultima, infatti, è influenzata non solo dallo stile dell’arredamento, ma soprattutto dalle dimensioni dello spazio. Per scegliere tra plafoniera, lampadario a sospensione, a bracci o a corpo unico (solo per citarne alcuni), è bene prestare attenzione anche all’altezza del soffitto. Se, ad esempio, il soggiorno ha un soffitto molto alto, una plafoniera non sarebbe sufficiente per illuminare tutta la stanza e passerebbe inosservata. Al contrario, se il soffitto è troppo basso, un lampadario a sospensione potrebbe rendere l’ambiente opprimente e soffocante. È bene che il lampadario sia proporzionato rispetto alle dimensioni del soggiorno.

I colori del soggiorno e la scelta del lampadario

Un altro fattore da valutare in fase di scelta sono i colori del soggiorno che dovrà ospitare il lampadario. La palette cromatica è bene che sia equilibrata per conferire all’ambiente un aspetto armonioso e accogliente. Naturalmente, più i colori hanno tonalità prevalentemente scure, maggiore sarà l’assorbimento di luce. Questo accade, ad esempio, quando in soggiorno è presente un parquet in noce, un pavimento in gres porcellanato grigio antracite o, in generale, un mobilio scuro.

Si tratta di un aspetto che non può essere sottovalutato in fase di acquisto perché il lampadario dovrà garantire una potenza adeguata alle necessità di illuminazione della stanza. La giusta illuminazione, infatti, è indispensabile per rendere il soggiorno accogliente, influire positivamente sulla percezione degli spazi ed eventualmente enfatizzare/smorzare la palette cromatica delle pareti e dell’arredamento.

Materiale e forma del lampadario in base allo stile dell’arredamento

Mettere a punto un buon progetto di illuminazione significa anche valorizzare l’arredamento del soggiorno. In questo senso, è importante prestare attenzione alla forma e al materiale del lampadario, così che questo complemento possa inserirsi alla perfezione all’interno dell’ambiente. Per quanto riguarda la forma, questa non può essere scelta in modo casuale. Se, ad esempio, il soggiorno ha un soffitto basso, il consiglio è optare per una plafoniera oppure per un lampadario che si sviluppa orizzontalmente. In questo modo, si ha la possibilità di rendere la stanza più armoniosa e conferire all’ambiente proporzionalità ed equilibrio.

Per quanto riguarda, invece, il materiale, bisogna adeguarsi a quelli già presenti nella stanza. Se il soggiorno è arredato in stile classico, un lampadario in vetro oppure in ceramica è perfetto. Per un soggiorno in stile moderno, invece, lampadari colorati, di forme arrotondate e con linee geometriche rappresentano la soluzione ideale. Tra lampadari minimalisti, classici, rustici, etnici, essenziali o ricchi di decori si ha l’imbarazzo della scelta. Per individuare quello giusto è sufficiente visualizzarlo all’interno della stanza in cui lo si vuole inserire per capire se l’accostamento funziona oppure no. In ogni caso, prestare attenzione al materiale è fondamentale perché alcuni materiali hanno un effetto schermante, mentre altri hanno un effetto filtrante.

La scelta della lampadina

Scegliere la giusta lampadina per il proprio lampadario è importante perché è da essa che dipende l’atmosfera all’interno del soggiorno. Il suggerimento è optare per delle lampadine LED. Questa emettono tanta luce e assicurano un notevole risparmio energetico nel lungo periodo. In linea generale, la luce colorata è da evitare perché altera la palette cromatica della stanza. La scelta, quindi, è tra luce bianca calda, luce bianca fredda e luce naturale.

La scelta dipende dall’atmosfera che si desidera creare. All’interno di un soggiorno in stile classico, ad esempio, le lampadine che emettono luce calda sono perfette. Quelle che emettono luce fredda, invece, sono più adatte a contesti moderni e contemporanei. Tuttavia, per scegliere la soluzione più adeguata è indispensabile considerare il colore delle pareti, nonché il colore di tutti gli arredi presenti all’interno della zona living perché alcuni potrebbero riflettere la luce sulle loro superfici.

Dove posizionare il lampadario

Quando si progetta l’illuminazione del soggiorno è indispensabile disporre nel modo corretto tutti i corpi illuminanti per valorizzare gli spazi. Normalmente, infatti, all’interno di un soggiorno si creano più punti focali: uno spazio riservato alla conversazione, uno per accomodarsi tutti attorno ad un tavolo, un altro adibito alla lettura. Tutti questi punti devono essere illuminati in modo opportuno per agevolare il compiersi di tutte le attività quotidiane. L’installazione dei lampadari nei punti giusti del soggiorno è la strategia vincente anche per mettere in risalto mobili e complementi d’arredo particolari.

ConDIVIDI

Aggiornare PrestaShop

Come aggiornare PrestaShop 1.7?

L’avvento dell’ultima versione di Prestashop, vale a dire la 1.7, era particolarmente atteso da tutti numerosi titolari di portali di e-commerce. All’inizio, specie con la

Leggi tutto »