Bonus TV: ok ad acquisti online per passare a DVB-T2 HEVC - La mia ditta online

Bonus TV: ok ad acquisti online per passare a DVB-T2 HEVC

I mini incentivi da parte dello Stato: il Bonus TV. Gli incentivi dello Stato a rimettere in moto l’economica sembrano non essersi conclusi. È certa la notizia che tra pochi giorni verranno pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale una serie di mini incentivi, già approvati dalla Comunità Europea. In particolare ii protagonista di queste nuove misure sono l’acquisto di apparecchi TV e digitali, che prenderà il nome di Bonus Tv. Ma quel è la sua utilità? A chi sir rivolge? In questa guida andremo ad analizzare i singoli aspetti al fine di darti una visione completa su questo incentivo.

In cosa consiste il Bonus Tv e chi può richiederlo

Il Bonus Tv è un’agevolazione statale finalizzata all’acquisto di nuovi televisori, attribuendo un bonus di 50 €, sotto forma di uno sconto da applicare sul costo totale dell’apparecchio. L’ammontare stanziato dalla legge di bilancio è di 151 milioni di euro e si applicherà dal trentesimo giorno dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale fino ad esaurimento fondi. Quindi grazie al Bonus Tv avrai la possibilità di acquistare un nuovo modello di apparecchio idoneo a essere collegato a un decoder o ad altri sistemi che permettono la visualizzazione dei programmi in digitale terrestre. La richiesta potrà essere effettuata solo per quelle famiglie che hanno un reddito Isee che sia inferiore ai 20.000 €.

La motivazione del Bonus Tv

Qual è la motivazione che ha spinto il nostro Governo a considerare un mini incentivo di tal genere? Avrai forse sentito del concetto di neutralità tecnologica, una realtà richiesta dalla Commissione Europea al fine di permettere a tutti i cittadini comunitari di utilizzare apparecchi che non limitino gli accessi alle nuove realtà digitali. Infatti la nuova generazione di tv e di decoder deve prevedere la tecnologia DVB-T2 HEVC, main 10, adatta alla ricezione delle nuove frequenze. Questa è il codice che dovete prendere come riferimento, al fine di comprendere se il vostro televisore fa parte di quegli strumenti che devono essere sostituiti oppure no.

Il mini incentivo Bonus Tv risponde quindi alla direttiva europea, una necessità nata dallo sviluppo delle tecnologie di comunicazione sempre più innovative, ma che prevedono anche dei costi maggiori e quindi offrire un aiuto a tutti i cittadini, anche quelli con basso reddito, di potersi munire di un apparecchio di ultima generazione o adattare a quello già presente.

Come funziona il Bonus Tv: l’acquisto di un prodotto

Come funziona la richiesta del Bonus Tv? Una volta verificato che la vostra dichiarazione Isee sia al di sotto della soglia stabilita e che il vostro televisore non si adatti alle nuove tecnologie, potrete a questo punto recarvi in un negozio specializzato e sceglierne uno nuovo. Avrete tempo fino al 31 dicembre del 2022. In caso in cui i fondi verranno esauriti prima del tempo, il Mise si impegnerà a comunicarlo con un decreto. In base alla normativa i produttori degli apparecchi dovranno specificare sulla scheda tecnica del prodotto le caratteristiche dello stesso, per adeguarsi alla normativa.

Ma come si ottiene lo sconto? Al momento dell’acquisto dovrete fare specifica richiesta del Bonus Tv. Sarà necessario consegnare un documento di riconoscimento, il codice fiscale e compilare un modulo di autocertificazione nel quale si specifica l’adesione al Bonus Tv in quanto detentori di un reddito Isee che sia inferiore ai 20.000 €. Una volta completata la procedura burocratica potrete ottenere uno sconto con un massimo di 50 €. È importante considerare che il Bonus Tv può essere utilizzato solo una volta e non prevede nessuna forma di cumulo. Inoltre ha validità solo per i nuovi apparecchi che rispettano gli standard previsti in ambito comunitario.

L’acquisto del prodotto potrà avvenire anche on-line. In questo caso si applicherà il Bonus Tv solo per i rivenditori, specializzati nel settore elettronico e che siano operanti in Italia, il cui elenco verrà pubblicato dal Mise.

Le verifiche da parte delle Agenzie delle Entrate

I commercianti che vogliono aderire al Bonus Tv dovranno registrarsi almeno 15 giorni prima la data di inizio delle agevolazioni. I rivenditori, una volta effettuata la vendita, dovranno inviare, codice fiscale del rivenditore, i dati forniti dall’acquirente, le informazioni dell’apparecchio e il prezzo finale di vendita direttamente online al Mise.

Lo sconto applicato al cliente sarà recuperato come imposta di credito, ottenendo una compensazione ai fini fiscali. Sarà compito dell’Agenzia delle Entrate verificare il rispetto dei requisiti previsti.

Facebook Comments