Come scegliere il nome del tuo brand - La mia ditta online

Come scegliere il nome del tuo brand

Un nome può influire molto sul successo del tuo brand. Se scelto con criterio può trasmettere la competenza, il valore e l’unicità del prodotto o servizio che hai creato. Molto spesso un buon nome può fare la differenza e può essere capace di portare un’azienda al successo o al fallimento. I nomi hanno un grande potere e le parole sono molto importanti anche negli affari. Mentre alcuni esperti ritengono che i nomi migliori siano quelli astratti, altri pensano invece che i nomi dovrebbero essere informativi in modo che i clienti sappiano immediatamente di cosa si occupa la tua azienda. Mentre alcuni credono che i termini che contengono nuove parole siano più facili da ricordare dei nomi che usano parole reali, altri pensano che questi siano invece più facilmente dimenticabili. Come puoi vedere la scelta del nome per il tuo brand è un terreno insidioso, ma in realtà qualsiasi nome può essere efficace se supportato da una strategia di marketing appropriata.

Scegli il nome del tuo brand

È necessario seguire molti passi quando si apre un’impresa, e ognuno di essi è importante per determinate ragioni. La scelta del nome di un’azienda può essere una delle parti più semplici per avviare un’attività, o una delle più difficili. Per scegliere il nome del tuo brand ci sono delle regole che devi seguire e alcune cose che devi tenere a mente se vuoi che questo funzioni. Vediamole insieme in questa guida.

1. Avere le idee chiare

Cosa vuoi che comunichi il nome del tuo marchio? Inizia rispondendo a questa domanda. Un nome dovrebbe rafforzare gli elementi chiave della tua azienda. Se hai chiaro a chi sono rivolti i servizi della tua azienda e qual è la sua missione potrai anche individuare gli elementi che desideri sottolineare nel tuo nome. Più il tuo nome comunica ai consumatori qualcosa sulla tua azienda, meno sforzi devi fare per spiegarlo. Gli imprenditori dovrebbero dare la priorità alle parole reali o combinazioni di parole rispetto alle parole completamente nuove. Le persone preferiscono le parole con cui possono relazionarsi e che possono capirle. Ecco perché è sempre meglio evitare le stringhe di numeri o le iniziali di nomi.

2. Pensa nel tuo nome

Prima di tutto, dovresti fare un brainstorming con persone fidate o che saranno nel tuo business. Il dire ad alta voce tutte le idee sui nomi che ti passano nella mente può generare automaticamente nuovi pensieri nella mente degli altri, è così che inizia un processo creativo. Non iniziare pensando ai nomi dei concorrenti. Se copi i nomi dei tuoi rivali arriverai alle loro stesse conclusioni che potrebbero contaminare la tua creatività, condizionando i nomi che potrebbero emergere durante il brainstorming. Prima di essere contaminati dall’influenza degli altri devi cercare di pensare a tutti i nomi possibili. L’analisi della concorrenza può essere utile in un secondo momento, per vedere se nel vostro settore ci sono parole o termini che si ripetono perché indubbiamente funzionano.

3. Unico e indimenticabile

Ci sono ragioni neurologiche per cui il nome del tuo brand deve essere unico. Finché non è troppo stravagante, un nome unico rimane nella mente delle persone. Quando un’azienda entra nel mercato, compete per un posto nella mente dei potenziali clienti. Se non attira la loro attenzione, è condannata ad essere dimenticata. Il nome della tua azienda non sarà classificato o trovato dai motori di ricerca se sceglierai una semplice e comune parola che già da dei risultati molto definiti nelle ricerche on-line. È necessario differenziarsi creando una parola completamente nuova o una combinazione di parole che non infranga le regole cardinali del semplice, breve e memorabile. Ricordati però che ogni azienda vuole un nome che si distingua dalla folla, un nome accattivante che rimarrà cool con il passare degli anni. Questa è una sfida perché le tendenze del naming cambiano, spesso anno dopo anno, rendendo difficile trovare nomi senza tempo.

4. Facile da pronunciare e ricordare

Quando scegli il nome per il tuo brand è meglio se dimentichi le parole inventate e le frasi senza senso. Fai del tuo nome commerciale uno che i clienti possono pronunciare e ricordare facilmente. Salta gli acronimi, che non significano nulla per la maggior parte delle persone. Quando si sceglie un’identità per un’azienda o un prodotto è meglio usare un nome semplice e diretto. Il cervello memorizza i nomi nella sua memoria a breve termine. Nella vita quotidiana, la nostra memoria può essere paragonata al nostro computer. Mantiene attive e presenti le informazioni su cui stiamo lavorando per un po’ di tempo ma, aprendo molte finestre, può iniziare a dimenticare. Per essere memorabile, il nome di un’azienda o di un marchio deve contrastare la tendenza del cervello a dimenticare ancorandosi a dei sentimenti, degli atteggiamenti o delle sensazioni. Il nome della tua azienda deve rimanere vivido nella memoria delle persone perché attaccato ad altri concetti che sono già nelle menti dei vostri clienti.

Un altro aspetto importante è la pronuncia. Se il tuo nome è impronunciabile, avrai difficoltà a convincere le persone a raccomandare la tua azienda ai loro amici. Molte persone si troveranno in imbarazzo a dire un nome che non sanno come si pronuncia con la conseguenza inesorabile che preferiranno non dirlo.

5. Chiarezza e semplicità

Il suono e lo stile del nome del tuo brand dovrebbero suggerire a cosa è dedicato il vostro marchio. Devi sempre stare attento a non mischiare i messaggi. Alcune onomatopee ad esempio possono richiamare l’ambito de cibo, o della natura. Sarebbe strano mischiarle ad un servizio che offre completamente altre cose. Per fare chiarezza puoi mettere insieme un elenco di parole chiave rilevanti per il tuo settore o nicchia di mercato. Avere un mix di parole rilevanti attiverà il tuo cervello a trovare un nome rilevante. La semplicità è sempre vincente. Più un nome è breve meglio è. Conviene sempre limitarsi a due sillabe ed evitare l’uso di trattini o simboli che possono distrarre. Controlla sempre che il nome del tuo brand non abbia significati differenti in altre lingue, molti nomi aziendali possono avere connotazioni negative in altri paesi. Assicurati anche che il tuo nome sia facile da scrivere. Una ortografia difficile potrebbe avere conseguenze fatali sul tuo brand. Immagina se i media scrivessero male il nome della tua azienda perché troppo difficile.

6. Descrittivo ma non troppo

Cerca di adottare un nome che apporti qualche informazione su ciò che fa la tua azienda. Il nome del tuo brand dovrebbe corrispondere alla sua attività per ricordare ai clienti quali servizi fornisci. Il nome dell’azienda deve vendere l’identità del marchio. Così come il marchio deve essere chiaro, deve essere anche descrittivo. Il nome dovrebbe descrivere l’industria, l’atteggiamento, l’approccio e gli obiettivi dell’azienda. Questo non significa che il tuo marchio debba contenere il prodotto o servizio. Piuttosto, dovrebbe catturare l’essenza, l’esperienza e i benefici del marchio in modo trasversale o suggestivo.

7. Che non ti limiti in futuro

Evita di scegliere nomi che non consentono alla tua azienda di spostarsi o creare altre tipologie di prodotti. Ciò significa di evitare di aggiungere le posizioni geografiche o le categorie di prodotti al vostro brand. Se specificherai questi dettagli i clienti saranno confusi se espanderai la tua attività in località diverse o se aggiungerai nuovi servizi nella tua azienda. Ricordati inoltre che quando un brand è legato ad un singolo individuo è meno probabile che sopravviva per le generazioni future. Quindi è sempre meglio scegliere un nome che possa sopravvivere anche negli anni a venire.

8.Attraente per i tuoi clienti

Il nome del marchio dovrebbe collegarsi con il target di riferimento della tua azienda. Anche se dire che marchio dovrebbe essere attraente può sembrare un consiglio piuttosto semplice in verità non lo è affatto. Il tuo brand non deve essere semplicemente attraente in generale, ma deve essere un nome attraente per il pubblico interessato nei tuoi prodotti e servizi. Di conseguenza, per raggiungere il marchio perfetto, devi prima di tutto considerare chi stai cercando di raggiungere. Informati sulle persone che potrebbero essere interessate ai tuoi servizi. Quali lingue parlano, qual è il loro stile, la loro età, i loro redditi e i loro interessi. Solo conoscendo il tuo pubblico saprai creare un nome che venga veramente apprezzato.

8. Richiedi l’aiuto di esperti

Trovare un buon nome commerciale può essere un processo complicato. Si potrebbe prendere in considerazione la possibilità di consultare un esperto, soprattutto se ci si trova in un settore in cui il nome dell’azienda può influenzare il successo della propria attività. Le aziende che offrono questo tipo di servizio hanno sistemi elaborati per la creazione di nuovi nomi e conoscono le leggi che ruotano attorno la registrazione di nuovi nomi. Possono consigliarvi contro le scelte sbagliate e spiegarvi perché un nome può funzionare piuttosto che un altro. L’aspetto negativo può essere il costo, ma potete considerarlo come un investimento futuro. Spendere una somma ragionevole di denaro in anticipo per una consulenza di esperti di qualità può farvi risparmiare denaro a lungo termine.

10. Assicurati che non sia già registrato

Controlla sempre che il nome che frulla nella tua testa sia disponibile. Questo può sembrare ovvio, ma una mancanza di questo tipo ti può costare caro. Una volta che si dispone di una breve lista di possibili nomi, è importante verificare che non siano attualmente in uso. Assicurati che non siano già marchi registrati da un’altra azienda e che sia disponibile un nome di dominio adatto. Controlla quindi che il vostro nome non sia già registrato, puoi facilmente condurre una ricerca su internet su vari motori di ricerca. Non dimenticare di dare un’occhiate anche ai social network per evitare che vi siano nomi uguali al quello che hai scelto. Fare una ricerca del tuo nome su Google ti permetterà di trovare frasi simili, le parole chiave e sapere quante ricerche locali e globali stanno avendo certi termini. Alcune di queste ricerche ti aiuteranno a sapere se non esiste già un nome molto simile a quello che stai pensando e di avere un migliore posizionamento su Internet. Questi accorgimenti non sono altro che il primo passo verso la SEO del vostro futuro sito web.

Tenendo in mente questi consigli puoi creare la tua lista di 3-5 nomi. È il momento di prendere la decisione finale. A questo punto devi richiamare tutti criteri di cui abbiamo parlato e pensare al nome che si adatti meglio ai tuoi obbiettivi e rispecchi più accuratamente la tua azienda. Alcuni imprenditori arrivano ad una decisione finale fidandosi del loro istinto o facendo ricerche sui consumatori. Test con focus group possono essere utili per vedere come vengono percepiti i nomi dalle persone.

Fai delle prove. Puoi scarabocchiare un’idea di come apparirà ogni nome su un cartello o sulla cancelleria aziendale. Leggi ogni nome ad alta voce, prestando attenzione a come suona se prevedete pubblicità radiofonica o telemarketing nel vostro futuro. Utilizzare uno o tutti questi criteri. Una volta che avrai preso una decisione non puoi che iniziare a costruire una certa immagine del brand mostrando tutto l’entusiasmo possibile per il tuo nuovo nome. Infine, una volta che avrai controllato e testato correttamente il nome della tua azienda potrai iniziare a configurare la tua presenza online. Impossessati subito del dominio internet rilevante e delle varie pagine social di cui avrai bisogno. Costruisci il tuo logo intorno al nome del marchio scelto e inizia a far crescere il tuo business secondo i tuoi valori. Il nome del tuo brand sarà solo una parte dello sviluppo a lungo termine del tuo marchio. Ma in ogni caso il nome che sceglierai è il primo passo verso la costruzione di una forte identità aziendale.

Facebook Comments