WhatsApp: arriva il catalogo e-commerce per le aziende - La mia ditta online

WhatsApp: arriva il catalogo e-commerce per le aziende

Che Mark Zuckerberg stia mettendo in atto da tempo una vera e propria strategia di monetizzazione delle sue piattaforme social, è cosa nota a chiunque e confermata da più fronti. Tutto ruota attorno allo shopping online e ai pagamenti, includendo tra l’altro delle nuove caratteristiche su Instagram. E per quanto riguarda WhatsApp? Arriva il catalogo e-commerce per le aziende.

La funzionalità “catalogo” di WhatsApp

Come anticipato tutte le piattaforme social di Mark Zuckerberg stanno spingendo sulla monetizzazione. Segue la stessa direzione anche WhatsApp, che ha appena inaugurato la feature “catalogo”, che consentirà alle aziende di inserire in una vetrina virtuale i loro prodotti. Almeno per ora non sarà possibile acquistare direttamente utilizzando l’app di messaggistica, ma la caratteristica è di fatto considerata fondamentale dal fondatore di Facebook, per donare una valore economico aggiunto alla piattaforma che ad oggi conta quasi 1,5 miliardi di utenti.

La funzionalità verrà attivata a brevissimo negli Stati Uniti, in Brasile, Messico, Germania, UK, Indonesia e India, ma nell’arco di poche settimane verrà introdotta anche in tutti gli altri Paesi dove l’applicazione è utilizzata.

La vetrina “mobile”

Facebook sta cercando da tempo di monetizzare le piattaforme del suo gruppo, Instagram e WhatsApp. Il prodotto delle “news feed” riesce ad attrarre ingenti investimenti pubblicitari, ma non è in grado di generare nuovi utenti in tempi rapidi. Per tale motivo, le feature legate allo shopping online sembrano più facilmente applicabili a Instagram e WhatsApp. A conferma di ciò, a marzo è stata introdotta sul social delle foto una nuova funzionalità, quella appunto dello shopping, che consente agli utenti di usufruire del bottone “checkout” per alcuni articoli e di effettuare il pagamento direttamente dall’app.

La nuova funzionalità prevista per WhatsApp non è in grado di fare altrettanto, perché la transazione di pagamento vera e propria avviene al di fuori dell’app, ma le imprese, soprattutto quelle di piccole e medie dimensioni, hanno ora la possibilità di mostrare una sorta di vetrina dei loro prodotti, con immagini, caratteristiche e prezzi. Amrit Pal, il product manager dell’app di messaggistica, ha dichiarato che la funzione commerce per whatsapp è di fatto un nuovo capitolo che incontra i desideri e le richieste delle aziende che sempre più spesso dirottano i loro clienti verso una conversazione privata anziché condurli sul sito web.

La strategia di Mark Zuckerberg

La strategia del Ceo di Facebook è molto chiara e cerca di soddisfare le richieste delle aziende sopra descritte. L’idea è proprio quella di spostare verso le conversazioni private quello che è il focus aziendale, terreno meno impervio e scivoloso rispetto alle features correlate all’informazion politica. Facebook ha in realtà già potenziato una serie di strumenti di realtà aumentata e di bot che sono in grado di spingere le aziende nell’utilizzare i servizi di messaggistica proprietari per comunicare con i clienti o potenziali tali.

In altre parole, Mark Zuckerberg ha dovuto prendere atto di come le persone preferiscano interagire direttamente con le aziende in conversazioni private che possono avvenire con un’applicazione già presente sullo smartphone, con cui hanno già una sufficiente dimestichezza.

In conclusione

Oramai sono stati svelati tutti gli aspetti della strategia aziendale di Facebook, che gravita tutta intorno alle funzionalità e-commerce e pagamenti. Tale strategia è dimostrata tra l’altro anche dalla recente introduzione del progetto Libra, la criptovaluta con cui si cerca di incoraggiare ulteriormente la crescita dell’advertising ma soprattutto aprire nuovi canali di guadagno, tra cui la citata funzionalità per WhatsApp.

Facebook Comments