Blog sulla digitalizzazione dell’impresa italiana

Vodka Grey Goose Jeroboam

Introduzione

Indice

La Vodka Grey Goose è annoverata fra le marche più note e prestigiose di vodka di tutto il mondo, apprezzata per l’elevata qualità dei suoi ingredienti e per le tecniche di produzione che ne fanno un prodotto davvero di punta. Il nome sembrerebbe decisamente inglese, ma la Grey Goose è incredibilmente prodotta in Francia e per la precisione nel territorio di Cognac, località già molto nota per la creazione del famoso distillato di vino. Questa Vodka è nata grazie all’estro di François Thibault, famoso Maestro di Cantina che, nel 1997, ha voluto mettere alla prova le sue già apprezzate doti di distillatore, realizzando un prodotto che, in breve tempo, sarebbe diventato il più richiesto in tutto il mondo per la sua raffinatezza ed eleganza. In realtà Thibault fu incaricato da un magnate americano, Sidney Frank, di produrre una vodka in grado di diventare ben presto una delle principali icone dei super alcolici di fascia alta. Infatti, fino a quel momento la vodka più nota era la Absolut che veniva venduta con un prezzo medio che si aggirava intorno ai 15 dollari, ma Frank aveva in mente un prodotto ancora più pregiato, che potesse essere venduto anche a 30 dollari a bottiglia. La vodka era il distillato che si prestava di più a questa speculazione perché è rapido da produrre e, quindi, da immettere sul mercato. Naturalmente, prima di giungere alla versione definitiva Thibault fece numerosi tentativi fino ad arrivare a selezionare il miglior distillato.

[AdSense-B]

La Vodka Grey Goose conquista i mercati

A partire dal 1997, quindi, la Vodka Grey Goose fu lanciata sul mercato e Frank, forte della sua competenza in materia, utilizzò subito dei metodi di commercializzazione estremamente efficaci, usando anche la rete già testata per il liquore Jagermeister, di derivazione tedesca. Questa vodka conquistò immediatamente gli Stati Uniti che diventò il mercato di riferimento, con un aumento vertiginoso ogni anno delle vendite e dei ricavi: nel 2003 raggiunse le 1,4 milioni di casse subito dopo le più note ed antiche Absolut e Smirnoff. Con i ricavi Frank fu in grado di colmare i debiti dell’azienda, legati alla commercializzazione non troppo fortunata di altri alcolici.

[AdSense-A]

Caratteristiche organolettiche

Alla vista la Vodka Grey Goose appare trasparente e purissima, del tutto priva di sedimenti. All’olfatto colpisce per le sue delicate note agrumate e speziate che si legano sapientemente a toni freschi e floreali. Al gusto risulta subito setosa e morbida, poi però lascia una sensazione di dolcezza che appaga il palato. La temperatura di servizio consigliata è compresa tra 0° e 5° e può essere consumata liscia oppure miscelata ad altri ingredienti per realizzare cocktail di elevata qualità.

Curiosità e approfondimenti

Il processo di produzione della Vodka Grey Goose è molto delicata e minuziosa; per creare questa eccellenza, infatti, viene usato grano coltivano solo in Picardia ed a Beauce; la distillazione avviene attraverso un particolare alambicco a sei colonne, con un processo che passa oltre 500 controlli di qualità e dura 8 mesi. Il nome è stato proposto dallo stesso Frank ed il logo che contraddistingue in tutto il mondo la Vodka Grey Goose è un’oca grigia che vola. La bottiglia è semplice, in vetro satinato e con un solo disegno in vetro trasparente che rappresenta, appunto, un’oca. Dal 2013 il disegnatore della confezione è un italiano, Riccardo Monari. Nel corso degli anni sono state proposte alcune varianti rispetto all’originale; fra queste vanno segnalate la Vanille, Le Melon, Le Citron, L’Orange e la Cherry aromatizzate alla frutta e la VX, ovvero vodka unita al cognac.

[AdSense-A]

Nel 1998 la Vodka Grey Goose ha ottenuto un prestigioso riconoscimento da parte del Best Tasting Institute di Chicago come miglior vodka. Essa, tra l’altro è comparsa spesso in film di successo come Quel Mostro di mia Suocera, Sex and the City, Mr. & Mrs Smith ed Ocean’ Eleven e un nostro cantante, Cesare Cremonini le ha dedicato addirittura una canzone nel 2014. Il prezzo a bottiglia della Vodka Grey Goose si aggira attualmente intorno ai 35 euro.

Come usare la Vodka Grey Goose? Ecco un’idea: “Sea Breeze”. Per preparare questo cocktail fresco e piacevole servono 35 ml di vodka, 25 ml di succo di cranberry, lime fresco a spicchi e succo di pompelmo appena spremuto. Il tutto va messo in un bicchiere alto con ghiaccio, mescolato e servito. La variante Le Citron della Vodka Grey Goose, invece, è perfetta per il “White Tie and Tiara”. Ecco come realizzarlo: 35 ml di Vodka Grey Goose Le Citron, 25 m di succo di litchi, 10 ml di succo di limone, 25 ml di succo di pompelmo e 50 ml di sciroppo di gelsomino. Va messo tutto nello shaker insieme al ghiaccio e servito, poi, in un bicchiere alto ben guarnito. Tutte le varianti e la versione originale si prestano perfettamente alla realizzazione di ogni tipo di cocktail in grado di accendere ogni festa.

[AdSense-B]

Leggi anche: I migliori cocktail con Vodka

ConDIVIDI

Monopattino elettrico

Monopattini elettrici

Introduzione Indice 1. Introduzione2. Vodka Grey Goose L’ OrangePer un buon periodo di tempo i monopattini elettrici hanno rubato la scena ad altri temi e

Leggi tutto »