Blog sulla digitalizzazione dell’impresa italiana
La corretta pronuncia inglese è fondamentale apprenderla

Importanza della pronuncia inglese

La pronuncia inglese è il vero tallone d’Achille del labirinto verbale per l’apprendimento della lingua inglese per coloro che non sono madrelingua. Spesso si sente parlare addirittura di politici o diplomatici italiani con una buona padronanza della lingua inglese ma con una pronuncia che viene definita “inglese maccheronico”.

Non è sufficiente desiderare di imparare l’inglese, bisogna avere l’ambizione di parlarlo perfettamente, poiché la pronuncia, spesso erroneamente sottovalutata, rappresenta un aspetto fondamentale dell’apprendimento di qualsiasi lingua ed ottenendo credibilità quando si parla.

Quali sono le difficoltà?

La difficoltà per un madrelingua italiano nell’apprendimento della pronuncia inglese non è dovuta a pigrizia o superficialità ma a una reale ed importante differenza tra le due lingue.

Per un madrelingua italiano, apprendere la pronuncia corretta della lingua inglese può risultare complicato per una serie di ragioni. Innanzitutto, l’inglese ha un numero maggiore di suoni (circa 44!) rispetto all’italiano, che ne conta circa 20. Inoltre, la situazione è diversa: ad esempio, una stessa lettera può simboleggiare diversi suoni a seconda della posizione in una certa parola.

La difficoltà di pronuncia inglese per un madrelingua italiano si manifesta non solo nella quantità e diversità dei suoni, ma anche nella loro complessità, poiché alcuni suoni, come quello della lettera “th”, sono sconosciuti nella nostra lingua e richiedono una particolare maestria nell’articolazione per essere correttamente pronunciati. Tra i diversi tipi di suoni utilizzati nella lingua inglese, alcuni dei quali sono molto difficili da imitare se non si è abituati ad usarli. Ad esempio, la lettera “h” e la lettera “v” formano diversi suoni a seconda della posizione all’interno di una parola. Uno dei suoni più complicati da articolare per un madrelingua italiano è quello definito “th”. Questa lettera, presente in molte parole inglesi, genera un suono socio-dentale che non è presente nella nostra lingua madre.

Inoltre, è importante notare che la posizione delle vocali e delle consonanti all’interno delle parole inglesi può influire notevolmente sulla loro pronuncia. Ad esempio, la lettera “a” in “cat” è pronunciata in modo diverso rispetto alla lettera “a” in “father”. Questo significa che gli studenti italiani devono essere attenti alla posizione di ogni lettera all’interno delle parole inglesi per poterle pronunciare correttamente.

Quali le differenze?

Un’altra differenza importante tra la pronuncia inglese e quella italiana è la presenza di suoni che non esistono nella lingua italiana. Ad esempio, il suono “th” in parole come “think” o “bath” è sconosciuto nella lingua italiana e richiede una certa maestria nell’articolazione per essere pronunciato correttamente.

Inoltre, gli accenti inglesi possono essere molto diversi tra loro, per esempio l’accento americano e quello britannico possono presentare differenze notevoli nella pronuncia di alcune parole. Questo significa che gli studenti italiani devono essere consapevoli delle differenze tra gli accenti inglesi e imparare a pronunciare le parole in modo appropriato per ciascun accento.

Inoltre, per padroneggiare il ritmo e il timbro è necessaria una conoscenza dell’accento, un aspetto che spesso sfugge agli studenti italiani.

Come raggiungere la padronanza della lingua?

Fortunatamente, le difficoltà incontrate nell’apprendimento della pronuncia inglese possono essere affrontate attraverso una serie di esercizi mirati alle necessità specifiche di ciascuno. Grazie a strumenti come Mosalingua, è possibile effettuare pratiche mirate e divertenti per acquisire una migliore pronuncia inglese, dove ogni passo è una sfida e un’opportunità per raggiungere la padronanza della lingua.

L’ascolto e la ripetizione sono le chiavi per raggiungere una padronanza della pronuncia inglese. La pratica costante è l’unico modo per sconfiggere le difficoltà fonetiche e raggiungere l’eccellenza verbale. La sfida è ardua, ma la ricompensa è grande: la capacità di parlare una lingua come fosse propria.

Fortunatamente, ci sono moltissimi modi che possono aiutare un madrelingua italiano ad acquisire un’ottima pronuncia inglese. Uno dei modi più semplici è ascoltare ripetutamente alcune parole e poi procedere a ripeterle ad alta voce, in modo da crearsi un’aspettativa di come “suona” ogni parola. Un altro modo è quello di collaborare con un tutor o un insegnante, online o in un’aula tradizionale.

Una delle soluzioni più pratiche può essere quella di cercare l’assistenza di parlanti nativi. Ma a volte è difficile trovare il tempo e le energie per cercare un tutor o parlanti nativi o anche solo per organizzare autonomamente l’ascolto e la ripetizione delle parole. L’utilizzo di strumenti tecnologici all’avanguardia, come software didattici, può fornire un supporto importante nell’apprendimento di una nuova lingua e in questo caso della pronuncia inglese.

La Fonetica

In generale c’è una questione molto importante da prendere in considerazione quando si approccia la pronuncia di una lingua straniera: la “fonetica”.

La fonetica è lo studio dei suoni nella lingua parlata ed è appunto una parte essenziale per un apprendimento di successo. Imparare a riconoscere i suoni al di là delle lettere e comprendere come vengono combinate per formare parole.

Con la conoscenza approfondita della fonetica inglese, un madrelingua italiano avrà sicuramente una più precisa e agevole pronuncia. Un altro aspetto da prendere in considerazione in tema di pronuncia inglese è la grande varietà di accenti.

Ad esempio i cittadini inglesi presentano accenti molto diversi tra loro. Non esiste un modo “giusto” o “sbagliato” di parlare inglese: ogni accetto è unico e fa parte della cultura. Conoscere le principali differenze tra i vari accenti può sicuramente essere d’aiuto nella comunicazione con parlanti di lingue diverse.

La lingua inglese è ufficialmente parlata in oltre 50 stati. I principali sono il Regno Unito, gli Stati Uniti d’America, l’Australia, la Nuova Zelanda, la Canada, l’Irlanda, l’India, l’Africa del Sud e molti Stati dei Caraibi.

La ricetta sembra abbastanza semplice ma il risultato finale richiederà il giusto impegno. Come abbiamo visto, la padronanza della pronuncia inglese non è una sfida facile ma grazie alla motivazione, un po’ di impegno costante ed eventualmente l’aiuto di strumenti di qualità come Mosalingua, imparare a parlare inglese è possibile per tutti!

Consigli utili

Qui di seguito ti offriamo una serie di consigli utili per imparare l’inglese e acquisire una corretta pronuncia. Infatti l’inglese presenta alcune peculiarità che richiedono particolare attenzione, come la pronuncia dei suoni vocalici e consonantici.

  • 1. Impara l’alfabeto e la pronuncia dei singoli suoni: puoi farlo con libri, guide di riferimento e video. Inoltre esercitati a leggere e a pronunciare parole diverse, giocando con la pronuncia dei suoni e concentrandoti sulla durata e l’intonazione di ciascuno.
  • 2. Utilizza frasi ed espressioni in inglese nel tuo parlato quotidiano: trova qualcuno che lo parla e prova a imitare le frasi e le espressioni della sua conversazione.
  • 3. Fai una lezione di conversazione con un docente madrelingua o un tirocinante: sentire parlare inglese in maniera corretta è la chiave per apprenderne la pronuncia. In più il tuo insegnante sarà in grado di fornire consigli e aiuto per dire la parola giusta al momento opportuno.
  • 4. Guarda film, serie TV, storie e programmi in lingua inglese: oltre i sottotitoli, puoi esercitarti con audiolibri, documentari, notiziari e ascoltare radio in inglese. Raccontarsi racconti e persino canticchiare le tue canzoni preferite sono altri validi modi per praticare la lingua inglese. E’ importante ascoltare come vengono pronunciate le singole parole e i gruppi di parole e cercare di riprodurre il suono.
  • 5. Parla con altre persone che stanno imparando: può sembrare contro-intuitivo, ma a volte conversare con altre persone che stanno imparando l’inglese può aiutare, soprattutto se ti focalizzi l’attenzione sulla pronuncia giusta dei suoni.
  • 6. Usa un’applicazione per l’apprendimento della lingua: ci sono un sacco di app e programmi online progettati proprio per questo, che possono aiutarti ad addolcire i suoni vocalici e consonantici, prendendo pratica nei tempi e nei toni delle parole.
  • 7. Rallenta: limita le frasi a poche parole alla volta. La maggior parte delle persone tende a parlare troppo velocemente, rendendo difficile per l’ascoltatore udire distintamente parole e frasi.
  • 8. Fissa delle pause: non esagerare con un singolo respiro, ricorda che una buona qualità di voce è fondamentale perché le parole siano comprensibili.
  • 9. Usa la maiuscola: una buona regola è quella di pronunciare la maiuscola come se fosse una parola a sé stante.
  • 10. Inizia dalle sillabe: cerca di apprendere una parola per volta dapprima suddividendola in sillabe, quindi ricordando come devono essere pronunciate tutte insieme.
  • 11. Concentrati sugli accenti: molte parole hanno l’accento sull’ultima o sulla penultima o sulla terzultima sillaba, individuandole sarà più facile per te riprodurle correttamente.
  • 12. Impara il ritmo: le parole generalmente vengono pronunciate con un ritmo noto ed essere in grado di riconoscerlo e riprodurlo correttamente può aiutarti a pronunciare particolari parole con maggiore facilità.
  • 13. Cerca di pedalare: “pedaling” significa praticare e ripetere parole o frasi fino a quando non hai acquisito una pronuncia naturale.
  • 14. Imparare le regole della fonologia: La fonologia studia il sistema dei suoni che compongono una lingua e può dare una profonda comprensione della logica che si cela dietro alla pronuncia. Imparare la fonologia può fornire una base solida in termini di pronuncia.
  • 15. Fai un po’ di partica tutti i giorni. Nell’apprendimento di una lingua è molto più utile il poco tutti i giorni piuttosto che il tanto in una volta sola, in stile “Notte prima degli esami”.
  • 16. Andare a vivere in un Paese straniero ti aiuterà a padroneggiare in maniera eccellente la parlata inglese. Spostarsi fisicamente in un posto in cui l’inglese è la lingua ufficiale significa essere completamente circondati dalla lingua inglese e quest’esperienza accumulata nel tempo renderà la tua pronuncia quanto più naturale e autentica possibile.

Conclusioni

In conclusione, la pronuncia inglese può essere una sfida difficile da affrontare per un madrelingua italiano. Tuttavia, con la giusta motivazione e l’uso di strumenti di qualità, come Mosalingua, è possibile padroneggiare la lingua con successo.

Sebbene sia importante concentrarsi sui suoni, è anche utile ricordare che la lingua inglese presenta moltissime variabili ed è molto ricca nel suo complesso, quindi sarà necessario prendere in considerazione che ogni accento è unico. Infine, cerca di ricordare che in generale, ci vuole tempo; ed esercizio costante!

Se seguirai questi consigli, imparerai ad acquisire una pronuncia corretta nell’inglese, non solo con parole singole, ma anche con frasi e discorsi più complessi.

Use it or lose it!

E ricorda, un detto inglese dice “Use it or lose it!” (“Usalo o perdilo”), cosa aspetti allora a provare a metter in pratica qualche nostro consiglio per imparare la pronuncia inglese in maniera veloce ed efficace!

ConDIVIDI

Bonus mobilità 2021

Torna anche quest’anno il Bonus mobilità 2021 ma con delle fondamentali differenze rispetto al Bonus mobilità 2020. Tanto discusso, amato e talvolta odiato, il bonus

Leggi tutto »
Aggiornare PrestaShop

Come aggiornare PrestaShop 1.7?

L’avvento dell’ultima versione di Prestashop, vale a dire la 1.7, era particolarmente atteso da tutti numerosi titolari di portali di e-commerce. All’inizio, specie con la

Leggi tutto »