Blog sulla digitalizzazione dell’impresa italiana

Cybersecurity in Italia: Record di Investimenti ma ancora molto da fare per proteggere le imprese dagli attacchi informatici

Nel 2022, l’Italia ha affrontato una significativa crescita degli attacchi informatici, con un aumento dell’8,4% nel primo semestre rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Secondo uno studio del Politecnico di Milano, l’aumento degli attacchi informatici è stato causato principalmente dalla diffusione del lavoro a distanza durante la pandemia di COVID-19, che ha portato ad un aumento del numero di dispositivi utilizzati da remoto e, di conseguenza, ad un aumento del rischio di attacchi informatici.

Il Clusit (Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica) ha registrato 1.141 attacchi informatici gravi solo nel primo semestre del 2022 in Italia. Inoltre, il 14% delle aziende italiane ha subito conseguenze gravi a seguito di un attacco informatico, come interruzioni del servizio, ritardi nell’operatività dei processi e danni a livello di reputazione.

Di fronte a queste minacce crescenti, le aziende italiane hanno deciso di aumentare gli investimenti in Cybersecurity. Il 67% delle aziende italiane ha registrato un aumento degli attacchi informatici e ha deciso di aumentare il budget destinato alla Cybersecurity. Anche le piccole e medie imprese (PMI) hanno iniziato a percepire la Cybersecurity come un investimento fondamentale per la propria attività. Inoltre, il 61% delle grandi aziende italiane ha deciso di aumentare il budget previsto per la Cybersecurity e l’80% di esse organizza corsi di formazione sulla Cybersecurity per il proprio personale.

Più del 53% delle aziende italiane ha un Chief Information Security Officer (CISO), un ruolo che si occupa di garantire la sicurezza delle informazioni all’interno delle organizzazioni. Il CISO ha la responsabilità di proteggere le informazioni dell’azienda, compresi i dati dei clienti e dei dipendenti, dalle minacce informatiche esterne e interne.

Inoltre, il settore della Cybersecurity in Italia ha raggiunto un nuovo record nel 2022 con 1,9 miliardi di euro investiti, il 18% in più rispetto all’anno precedente. La metà degli investimenti è destinata ai servizi, in aumento rispetto allo scorso anno. Le soluzioni più popolari sono Endpoint & Extended Detection and Response, SIEM (Security Information and Event Manager), Identity & Access Management, Vulnerability Management e Penetration Testing. La Network & Wireless Security è la tipologia di investimento più popolare (26%), seguita da Endpoint Security (23%) e Cloud Security (14%).

Nonostante il nuovo record raggiunto, la spesa in Cybersecurity in Italia è ancora molto bassa rispetto agli altri Paesi del G7. Nel 2022, la spesa in Cybersecurity è stata pari allo 0,1% del PIL italiano, contro una media del 0,6% degli altri paesi del G7. È importante che l’Italia investa di più nella Cybersecurity per proteggere adeguatamente le imprese dagli attacchi informatici.

Il settore della Cybersecurity in Italia ha fatto passi da gigante negli ultimi anni, ma c’è ancora molto lavoro da fare per colmare il divario con gli altri Paesi del G7. Aumentare gli investimenti in Cybersecurity è fondamentale per proteggere le imprese italiane dagli attacchi informatici sempre più frequenti e sofisticati. Inoltre, l’aumento degli investimenti in questo settore potrebbe anche rappresentare un’opportunità di sviluppo economico per il nostro Paese.

Secondo uno studio di Accenture, la Cybersecurity potrebbe generare un valore aggiunto di 25 miliardi di euro per l’economia italiana entro il 2025. Inoltre, l’investimento in Cybersecurity potrebbe contribuire a creare nuovi posti di lavoro altamente qualificati e a sostenere la crescita dell’industria della tecnologia in Italia.

Non solo le grandi aziende, ma anche le PMI italiane devono prendere sul serio la minaccia degli attacchi informatici e investire nella Cybersecurity. Spesso le PMI pensano di non essere un obiettivo interessante per gli hacker, ma questo è un errore. Le PMI possono essere un bersaglio facile per gli attacchi informatici, in quanto spesso hanno meno risorse per proteggersi rispetto alle grandi aziende.

È importante che le aziende italiane non vedano la Cybersecurity come un costo, ma come un investimento. Un attacco informatico può causare danni finanziari e di reputazione molto gravi e il costo di riparare i danni può essere molto più alto rispetto ai costi di prevenzione. Inoltre, una buona Cybersecurity può rappresentare un vantaggio competitivo per le aziende, in quanto può aumentare la fiducia dei clienti e dei partner commerciali.

Per contrastare gli attacchi informatici, le aziende italiane possono adottare diverse soluzioni tecnologiche. Tra queste, il Backup è una delle soluzioni più efficaci per garantire la continuità dell’attività in caso di perdita di dati a seguito di un attacco informatico. È importante che le aziende scelgano una soluzione di Backup in grado di garantire l’automatizzazione del processo e una conservazione sicura dei dati.

Inoltre, il Cloud Backup rappresenta una soluzione innovativa e altamente sicura, che consente alle aziende di conservare i dati in remoto, riducendo i rischi legati alla perdita o alla distruzione dei dati a seguito di eventi catastrofici. Il Cloud Backup consente inoltre di avere accesso ai dati da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento, rendendo più semplice e flessibile la gestione dei dati aziendali.

Altro aspetto cruciale per la sicurezza informatica delle aziende è il vulnerability assessment. Questa soluzione consente di individuare le vulnerabilità presenti nell’infrastruttura informatica e di adottare le misure necessarie per mitigare i rischi. Il vulnerability assessment deve essere condotto periodicamente per garantire la sicurezza dell’azienda.

Infine, il Malware protection rappresenta una soluzione essenziale per la protezione dei dati aziendali da attacchi di malware, virus e ransomware. Questa soluzione consente di individuare e prevenire gli attacchi di malware, garantendo la sicurezza dell’infrastruttura informatica dell’azienda.

La Cybersecurity rappresenta una sfida sempre più grande per le aziende italiane, ma anche un’opportunità di sviluppo economico e di creazione di posti di lavoro altamente qualificati. È importante che le aziende e il governo italiano prendano sul serio la minaccia degli attacchi informatici e investano in Cybersecurity per proteggere adeguatamente le imprese italiane e garantire un futuro digitale sicuro.

ConDIVIDI

Carta del docente

La carta docente è un bonus di importo complessivo pari a 500 euro per ciascun anno scolastico destinato al personale docente a tempo indeterminato, utile

Leggi tutto »